“Senza legge sull’omofobia l’Europa ci lascia in panchina, leggete cosa dice l’articolo 21 della Carta dei diritti fondamentali”. E’ quanto scrive, sul suo profile twitter, il Presidente della Commissione per le Politiche Ue Michele Bordo del Partito Democratico.

Bordo ricorda l’articolo 21 della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea che cita: “È vietata qualsiasi forma di discriminazione fondata, in particolare, sul sesso, la razza, il colore della pelle o l’origine etnica o sociale, le caratteristiche genetiche, la lingua, la religione o le convinzioni personali, le opinioni politiche o di qualsiasi altra natura, l’appartenenza ad una minoranza nazionale, il patrimonio, la nascita, gli handicap, l’età o le tendenze sessuali”.