“Se qualcuno pensa di inquinare e strumentalizzare, con questi gravissimi atti intimidatori, il libero e democratico dibattito in seno al PD di Manfredonia sulla scelta del prossimo candidato sindaco è fuori strada”.

E’ la reazione di Michele Bordo, deputato del Partito Democratico e componente della Commissione bicamerale Antimafia, alla notizia dell’attentato incendiario subito dal vice sindaco manfredoniano, Franco La Torre, al quale “manifesto tutta la mia solidarietà”.

Quanto accaduto la notte scorsa “non può essere sottovalutato”.

“Ecco perché – continua Bordo – sollecito gli inquirenti a svolgere con rapidità ed efficacia ogni atto utile all’identificazione dei responsabili dell’azione violenta. Sono certo che il PD di Manfredonia – sottolinea il deputato del PD – emergerà ulteriormente rafforzato dal dibattito di queste settimane per l’individuazione del candidato sindaco. Il prossimo candidato sindaco – conclude Michele Bordo – sarà unitario, forte e capace di favorire, ancora una volta, la vittoria elettorale del nostro partito e di tutto il centrosinistra, così da garantire altri 5 anni di buon governo alla città di Manfredonia”.