IMG-20180124-WA0011 (1)

Essere candidato alla Camera nel collegio uninominale di Manfredonia-Cerignola e come capolista al plurinominale di Foggia-Bat è per me un onore e una grande responsabilità. Ringrazio innanzitutto la segretaria provinciale del PD foggiano Lia Azzarone, tutto il partito di Capitanata e Andrea Orlando. Grazie per aver creduto in me e avermi sostenuto in questa fase complessa. Abbiamo dato il massimo per far valere le nostre istanze nella composizione delle liste, e siamo riusciti ad ottenere il miglior risultato possibile. Ora è il momento dell’impegno nella sfida elettorale del 4 marzo, che si annuncia decisiva per il nostro futuro. In questi cinque anni di lavoro in Parlamento non è mai venuto meno il mio profondo legame e il mio impegno per il territorio che sono fiero di rappresentare. Da oggi, forte della mia storia personale e politica, parte una campagna elettorale volta a recuperare la fiducia degli elettori e a isolare destre e populisti. Ce la faremo. #Credici


FB_IMG_1516015392605Il rafforzamento dei rapporti e della cooperazione tra Italia e Francia, che negli ultimi mesi hanno subíto degli scossoni, è indispensabile per coordinarsi in maniera sistematica non solo su questioni bilaterali ma anche europee al fine di creare consenso tra i 27. Il rilancio dell’Unione passa, infatti, attraverso un impegno comune e una piena assunzione di responsabilità da parte di tutti i Paesi europei. Ecco perché l’idea di un Trattato italo francese mi convince: l’Europa ha bisogno di una presenza forte e credo che l’Italia possa trovare in Macron una sponda per affrontare tematiche cruciali per la tenuta europea: crescita, innovazione, sviluppo energetico, terrorismo ma anche questioni, come l’immigrazione, di cui, per anni, ci siamo dovuti occupare da soli di fronte a un’Europa distratta. Mai come oggi abbiamo uno straordinario bisogno di unione e convergenza non solo per sanare gli squilibri macroeconomici ma per isolare gli euroscettici e salvare il progetto Europa.