digaDefinanziare la costruzione della diga di Piano dei Limiti è la risposta del Governo Berlusconi alla crisi strutturale dell’agricoltura in Capitanata e Puglia ed è bene che imprese e lavoratori sappiano chi ringraziare alla prossima siccità”.

E’ quanto afferma Michele Bordo, deputato del Partito Democratico, alla notizia del prosciugamento dei fondi destinati alla realizzazione di un’opera pubblica “strategica per il sistema produttivo provinciale e per la sicurezza del territorio al confine tra Puglia e Molise”.

Nel marzo del 2009 lo stesso Bordo presentò un’interrogazione per sollecitare la sottoscrizione degli accordi interistituzionali necessari a definire il percorso di realizzazione dell’opera e le compensazioni a vantaggio delle popolazioni interessate dall’intervento: “la notizia data da Coldiretti Puglia mette il sigillo sul pervicace e perdurante disinteressamento alla questione dei ministeri delle Politiche agricole e degli Affari regionali, incuranti anche del consenso sociale ed istituzionale costruito attorno a quest’opera”.

Il primo campanello d’allarme era scattato all’indomani della firma dell’accordo di programma tra Governo e Regione Molise, mentre “era con i Comuni del foggiano che si sarebbe dovuto innanzitutto ragionare per concordare le compensazioni connesse alla cessione di quote del territorio”, sottolinea Bordo.

Ora ci piacerebbe sapere come sono stati spesi i fondi stanziati per Piano dei Limiti. Tuttavia – conclude Michele Bordo – si è consumato l’ennesimo atto di dolosa distrazione nei confronti della Capitanata e della Puglia le cui responsabilità devono essere chiare e definite così da consentire agli elettori di scegliere i propri rappresentanti con la massima consapevolezza”.


About michelebordo

Presidente della Commissione per le politiche dell'Unione Europea. Deputato del Partito Democratico

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>