scuolaChiuso il precedente capitolo si torna finalmente a investire nella scuola, primo passo per accompagnare la crisi alla porta e Abc per il rafforzamento dell’Italia che può così sperare di riprendere il cammino della competitività in Europa e nel mondo.

In un momento di tagli e licenziamenti la stabilizzazione di 27mila insegnanti di sostegno e le assunzioni per il personale tecnico sono un segnale estremamente importante così come la contrazione dei costi per i libri scolastici che ogni anno pesano enormemente sul bilancio familiare. Meno costi e più lavoro, l’equazione premia finalmente la qualità, il rinnovamento e la valorizzazione dei diritti costituzionali.


About michelebordo

Presidente della Commissione per le politiche dell'Unione Europea. Deputato del Partito Democratico

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>