impreseIl premier Letta lo aveva annunciato nei giorni scorsi: torneremo, quanto prima e dopo tanto tempo, ad avere un segno più per la crescita. Ora cominciano ad arrivare anche i primi riscontri dal mondo delle imprese.

Dopo aver pagato un prezzo altissimo – Confindustria segnala un milione e 805 mila posti di lavoro in meno nell’arco di cinque anni – siamo a un punto di svolta. La crisi è alle sue ultime battute, la crescita può finalmente ripartire anche grazie all’impegno quotidiano del governo.

Questi segnali di ripresa dimostrano quanto sia sbagliato, inutile e dannoso l’atteggiamento del Pdl che minaccia giornalmente, in modo più o meno velato, la tenuta dell’esecutivo. Fa male ai mercati e fa male al Paese. Non possiamo permetterci un’altra crisi, come classe politica abbiamo il dovere di non vanificare gli sforzi dei cittadini e di incentivare, in ogni modo, la ripresa economica.


About michelebordo

Presidente della Commissione per le politiche dell'Unione Europea. Deputato del Partito Democratico

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>