ulivi“Combattere la diffusione della Xylella è vitale; ma non può condursi a costo della morte dell’agricoltura pugliese”. Lo afferma l’on. Michele Bordo, presidente della Commissione Politiche UE della Camera, commentando la decisione dell’UE di eradicare ogni pianta nel raggio di 100 metri da ciascun ulivo infetto.

“La conseguenza pratica di questa strategia è l’abbattimento di milioni di piante vive e produttive – continua Bordo – in zone che producono alcune tra le qualità migliori al mondo di olio e vino. La conseguenza sarebbe il fallimento di migliaia di imprese agricole, la chiusura di centinaia di impianti di trasformazione e il licenziamento di migliaia di lavoratori. Un disastro economico e sociale! Neanche compensato dallo stanziamento di risorse per procedere alla ricostruzione degli uliveti e dei vigneti che si chiede di abbattere a tutela della salubrità delle altre aree produttive italiane ed europee. Gli agricoltori pugliesi non sono untori. Meritano il sostegno e la solidarietà dei Paesi europei, non gli embarghi interessati e la desertificazione produttiva e ambientale. Il Governo – conclude Bordo – deve pretendere dall’Ue rispetto e risorse”.


About michelebordo

Presidente della Commissione per le politiche dell'Unione Europea. Deputato del Partito Democratico

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>