idrogenoL’Italia deve fare ogni sforzo per incoraggiare la diffusione di veicoli a idrogeno, anche alla luce dell’accordo della Cop21 di Parigi sul clima. A tal proposito è stato molto interessante l’incontro che ho avuto oggi con Andrea Carlucci, amministratore delegato di Toyota Italia.

Ben prima della Direttiva europea, che impegna gli Stati a promuovere la produzione di energia da fonti rinnovabili, avevo presentato una proposta di legge (la n.1469) che prevedeva il sostegno alle automobili a idrogeno. Sono convinto che lo sviluppo di questo vettore potrebbe contribuire a cambiare significativamente il sistema energetico del nostro Paese, permettendoci di essere più indipendenti dal petrolio e contribuendo alla salute del pianeta. Le emissioni nulle dell’idrogeno, infatti, potrebbero diventare fondamentali per contenere l’enorme inquinamento che affligge molte delle nostre città. 

Da qui l’urgenza per l’Italia, in linea con quanto già fatto da altri Paesi, a lavorare al fine di prevedere incentivi per l’acquisto di veicoli a idrogeno e diffondere in maniera capillare le stazioni di rifornimento.


About michelebordo

Presidente della Commissione per le politiche dell'Unione Europea. Deputato del Partito Democratico

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>