inailHo chiesto alla Direzione regionale dell’INAIL della Puglia di verificare le condizioni per rilanciare l’agenzia di Manfredonia, permettendole di conservare i servizi offerti attualmente agli utenti e di riattivare quelli relativi alle prime cure. In un colloquio telefonico con la direttrice pugliese dell’istituto ho rappresentato le mie preoccupazioni circa le voci relative al ridimensionamento della sede sipontina.

L’Agenzia INAIL di Manfredonia è l’unica sede decentrata in Capitanata e non rappresenta neanche una voce di costo per l’istituto, atteso che i suoi uffici sono ospitati nei locali di proprietà dell’ASL Foggia. In più, c’è la specificità operativa collegata alla consistente presenza di lavoratori del comparto marittimo. Dati alla mano, l’INAIL dovrebbe riflettere non sul ridimensionamento della sede di Manfredonia, ma sull’opportunità di rilanciarla per garantire all’utenza un servizio migliore e ridurre i costi diretti ed indiretti derivanti dai rimborsi delle spese di viaggio dei cittadini e dall’aumento dei periodi di infortunio.

Continuerò nei prossimi giorni il confronto con i vertici regionali e nazionali dell’INAIL anche al fine di evitare che possano essere assunte, nei confronti della sede di Manfredonia, decisioni dannose per gli utenti e non significative per il bilancio dell’istituto.


About michelebordo

Presidente della Commissione per le politiche dell'Unione Europea. Deputato del Partito Democratico

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>