20160427_150905“Le dimensioni del fenomeno migratorio, le minacce terroristiche e la volatilità dei mercati finanziari superano largamente le capacità di risposta dei singoli Paesi membri e impongono all’Ue di lavorare a una vera Unione politica che comporti una piena corresponsabilità. Al contrario egoismi e resistenze di diversi partner hanno finora rallentato o addirittura impedito l’attuazione di quella svolta rappresentata dall’adozione dell’Agenda per la migrazione in particolare per quanto riguarda i programmi di resettlement e di relocation che stanno procedendo molto lentamente. L’indisponibilità alla collaborazione emerge anche dalla frequenza con la quale si fa ricorso o si minaccia il ripristino dei controlli alle frontiere interne, vanificando Schengen”. Lo ha detto il presidente della Commissione per le Politiche Ue della Camera Michele Bordo introducendo alla Camera la tre giorni del seminario internazionale ‘Migrants and refugees across Europe’.

“E’ allora indispensabile che la Commissione Ue eserciti una forte pressione sugli Stati membri più refrattari per indurli a mantenere gli impegni assunti e assicurare la massima collaborazione nei confronti dei partner più esposti. Si dovrà, inoltre, realizzare quanto prima il progetto che prevede la creazione di una Guardia di frontiera e costiera e aggiornare il Regolamento di Dublino. Il documento presentato il 16 aprile scorso dal Presidente del Consiglio Renzi, e inviato alle istituzioni europee, va proprio in questa direzione. L’Italia, che per molto tempo si è fatta carico da sola dell’emergenza, ha sempre mantenuto una linea encomiabile nella responsabilità e nella capacità propositiva. Ora serve un salto di qualità dell’Europa intera: il tempo dell’europeismo di bandiera, che si limita a proclamare obiettivi di principio e che viene regolarmente smentito dai comportamenti reali, è finito. I fatti dimostrano che l’inconcludente retorica europeista alimenta soltanto l’euroscetticismo e la demagogia”.


About michelebordo

Presidente della Commissione per le politiche dell'Unione Europea. Deputato del Partito Democratico

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>