de vincentiIl Governo raddoppi le aree del territorio pugliese da includere nelle Zone Speciali Economiche. E’ la richiesta che ho avanzato insieme agli altri deputati pugliesi: Dario Ginefra, Colomba Mongiello, Liliana Ventricelli, Gero Grassi, Friz Massa, Alberto Losacco, Elisa Mariano, Franco Cassano e Salvatore Capone nella lettera inviata poco fa al ministro per la Coesione territoriale e il Mezzogiorno Claudio De Vincenti.

Abbiamo promosso questa iniziativa dopo aver verificato la positiva disponibilità del Governo, emersa nella conferenza unificata Stato-regioni, ad estendere fino a 4.200 ettari le aree delle ZES in Puglia. Indubbiamente un passo in avanti importante, ma non ancora sufficiente.

La nostra richiesta di portare l’estensione delle aree da 3.000 a 6.000 ettari si fonda sulla peculiarità di avere in Puglia due porti strategici nella rete trans europea (“Core” – ex Reg. 1315/2013) e due Autorità Portuali di sistema, Bari e Taranto, che operano, rispettivamente, sui versanti costieri Adriatico e Ionico. In particolare, l’Autorità Portuale barese comprende gli scali merci e turistici di Manfredonia e Brindisi e copre uno dei tratti di costa più lunghi dell’intero Paese su cui si affacciano aree industriali in cui poter proficuamente sperimentare le misure europee destinate a colmare lo svantaggio competitivo.

L’obiettivo è quello di sfruttare al meglio tutte le potenzialità di sviluppo del territorio a cui, tra l’altro, proprio l’istituzione delle Zone Economiche Speciali dovrebbe fornire risposte operative. Diversamente correremmo il rischio di non cogliere appieno le aspettative della Puglia e del sistema imprenditoriale territoriale di rilanciare l’economia e l’occupazione in una delle aree più popolose del Paese. Partito Democratico | Capitanata Redazione Pd Capitanata


About michelebordo

Presidente della Commissione per le politiche dell'Unione Europea. Deputato del Partito Democratico

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>