candela“Perché Matera 2019 non può essere un’opportunità di valorizzazione e promozione anche dei Monti Dauni?”.
E’ la domanda, per nulla campata in aria, che mi ha rivolto il sindaco di Candela Nicola Gatta, che ho incontrato insieme ad alcuni componenti dell’Amministrazione, offrendo a me l’opportunità politica di mettere a valore un punto specifico del programma di governo del Partito Democratico: Realizzare al meglio il progetto Matera Capitale europea della cultura 2019 per rilanciare l’intero Mezzogiorno.
Come fare? Innanzitutto, investendo una parte delle risorse già stanziate con il Patto per la Puglia e destinate alla Capitanata nella viabilità di accesso al casello autostradale della A16, da cui transitano ogni anno più di un milione di auto e camion, e in quella che conduce tanto a Candela che a Rocchetta Sant’Antonio. Poi, realizzando un’infrastruttura a disposizione delle imprese territoriali per la promozione e la vendita delle loro tipicità. Infine, programmando eventi coordinati e integrati con quelli in programma a Matera.
Impegnarsi al fianco dell’Amministrazione comunale di Candela per dare una mano a realizzare questo programma sarà un piacere.
E non è l’unico impegno che ho assunto.
Il nuovo Governo dovrà anche risolvere rapidamente il contenzioso tra i Comuni dove hanno sede gli impianti eolici e le imprese che da quasi 10 anni non versano più quanto dovuto per le compensazioni ambientali. Ho già provato a risolvere il problema con un emendamento all’ultima Legge di Stabilità, ma hanno prevalso le tesi favorevoli ai produttori di energia. Ci riproverò subito ad ottenere un provvedimento che disponga il pagamento di quanto pattuito, anche al fine di scongiurare il default di decine di piccoli Comuni.
Il pomeriggio elettorale trascorso a Candela, anche in compagnia dei militanti e dei dirigenti del Circolo del Partito Democratico, è stato particolarmente interessante e mi ha rafforzato nel convincimento che la nostra terra ha bisogno di una rappresentanza parlamentare adeguata alle sue ambizioni.
#diariodiBORDO #credici #4marzo2018


About michelebordo

Presidente della Commissione per le politiche dell'Unione Europea. Deputato del Partito Democratico

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>