tribunaleQuando nel mirino dei criminali c’è un magistrato il salto di qualità è già compiuto. Le intimidazioni e le minacce al nuovo Procuratore della Repubblica di Lucera confermano quale pericolosità abbiano raggiunto le organizzazioni criminali che agiscono in Capitanata”.

Lo afferma Michele Bordo, deputato del PD e componente della Commissione bicamerale Antimafia, che esprime “al Procuratore Domenico Seccia profonda solidarietà, personale e istituzionale”.

La professionalità e l’intelligenza con cui il neo procuratore ha svolto il proprio lavoro alla Direzione Distrettuale Antimafia sono evidentemente temute da chi sa di trovarsi di fronte, come già nel recente passato, un valido ed integerrimo servitore dello Stato – continua Bordo – al quale ciascuno di noi ha il dovere di offrire sostegno e collaborazione.

Nei partiti, nelle istituzioni, negli organismi di rappresentanza sociale lucerini e della Capitanata è necessario tenere alta la guardia. Ciascuno di noi deve avvertire come fondamentale il dovere dell’autotutela civica – conclude Michele Bordo – e dimostrare nei fatti che la legalità è la priorità del proprio agire”.


About michelebordo

Presidente della Commissione per le politiche dell'Unione Europea. Deputato del Partito Democratico

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>