FB_IMG_1516015392605Il rafforzamento dei rapporti e della cooperazione tra Italia e Francia, che negli ultimi mesi hanno subíto degli scossoni, è indispensabile per coordinarsi in maniera sistematica non solo su questioni bilaterali ma anche europee al fine di creare consenso tra i 27. Il rilancio dell’Unione passa, infatti, attraverso un impegno comune e una piena assunzione di responsabilità da parte di tutti i Paesi europei. Ecco perché l’idea di un Trattato italo francese mi convince: l’Europa ha bisogno di una presenza forte e credo che l’Italia possa trovare in Macron una sponda per affrontare tematiche cruciali per la tenuta europea: crescita, innovazione, sviluppo energetico, terrorismo ma anche questioni, come l’immigrazione, di cui, per anni, ci siamo dovuti occupare da soli di fronte a un’Europa distratta. Mai come oggi abbiamo uno straordinario bisogno di unione e convergenza non solo per sanare gli squilibri macroeconomici ma per isolare gli euroscettici e salvare il progetto Europa.


sangalli-vetro-manfredonia675“E’ stata prorogata la cassintegrazione in deroga ai dipendenti della Manfredonia Vetro”. Lo ha comunicato l’on. Michele Bordo, presidente della Commissione Politiche UE della Camera, all’esito della seduta notturna della Commissione Bilancio durante la quale è stato approvato l’emendamento alla Legge di Stabilità – firmato dallo stesso Bordo e dai deputati pugliesi del PD Mongiello, Ginefra, Grassi e Pelillo – che consente alle Regioni di “autorizzare, per un periodo massimo di 12 mesi, le proroghe in continuità delle prestazioni di CIGD concesse entro la data del 31 dicembre 2016 ed aventi durata con effetti nel 2017″.

“Questa ottima notizia per i lavoratori della Manfredonia Vetro – prosegue Bordo – si aggiunge all’annuncio del versamento della cauzione per l’acquisto dello stabilimento da parte del fondo d’investimento statunitense Elliott. La battaglia non è ancora finita ma all’orizzonte finalmente si profila una soluzione positiva per la vertenza. Il Natale dei dipendenti della Manfredonia Vetro sarà senz’altro più sereno – conclude Michele Bordo – e sono fiducioso che nel 2018 potremo cogliere i frutti del lavoro svolto a livello istituzionale e politico per far ripartire l’impianto e la produzione”.


vigilifuocoFinalmente ci siamo. Grande soddisfazione per l’approvazione in Commissione Bilancio delle nostre proposte che riguardano i #vigilidelfuoco. In particolare sono stati approvati due provvedimenti che prevedono da una parte l’anticipazione del turn over a maggio 2018 per 400 persone – con il conseguente scorrimento della graduatoria idonei del concorso pubblico 814 – e, dall’altra, un potenziamento delle assunzioni straordinarie per il 2018 che coinvolge 350 persone e che non pone limiti d’età ma tiene in considerazione le effettive giornate di servizio e la verifica dei requisiti di idoneità psicofisica richiesti per l’accesso al Corpo. E’ il giusto riconoscimento ai tantissimi lavoratori precari tra i #vigilidelfuoco


de vincentiIl Governo raddoppi le aree del territorio pugliese da includere nelle Zone Speciali Economiche. E’ la richiesta che ho avanzato insieme agli altri deputati pugliesi: Dario Ginefra, Colomba Mongiello, Liliana Ventricelli, Gero Grassi, Friz Massa, Alberto Losacco, Elisa Mariano, Franco Cassano e Salvatore Capone nella lettera inviata poco fa al ministro per la Coesione territoriale e il Mezzogiorno Claudio De Vincenti.

Abbiamo promosso questa iniziativa dopo aver verificato la positiva disponibilità del Governo, emersa nella conferenza unificata Stato-regioni, ad estendere fino a 4.200 ettari le aree delle ZES in Puglia. Indubbiamente un passo in avanti importante, ma non ancora sufficiente.

La nostra richiesta di portare l’estensione delle aree da 3.000 a 6.000 ettari si fonda sulla peculiarità di avere in Puglia due porti strategici nella rete trans europea (“Core” – ex Reg. 1315/2013) e due Autorità Portuali di sistema, Bari e Taranto, che operano, rispettivamente, sui versanti costieri Adriatico e Ionico. In particolare, l’Autorità Portuale barese comprende gli scali merci e turistici di Manfredonia e Brindisi e copre uno dei tratti di costa più lunghi dell’intero Paese su cui si affacciano aree industriali in cui poter proficuamente sperimentare le misure europee destinate a colmare lo svantaggio competitivo.

L’obiettivo è quello di sfruttare al meglio tutte le potenzialità di sviluppo del territorio a cui, tra l’altro, proprio l’istituzione delle Zone Economiche Speciali dovrebbe fornire risposte operative. Diversamente correremmo il rischio di non cogliere appieno le aspettative della Puglia e del sistema imprenditoriale territoriale di rilanciare l’economia e l’occupazione in una delle aree più popolose del Paese. Partito Democratico | Capitanata Redazione Pd Capitanata


barconeCondivido pienamente le posizioni espresse sull’immigrazione dal presidente del Consiglio Paolo Gentiloni in aula alla Camera per le dichiarazioni in vista del Consiglio europeo del 14 e 15 dicembre. È necessario un impegno di tutti i Paesi nel gestire la questione visto che l’Europa, che per anni ha girato la testa dall’altra parte, si è finalmente “accorta” dell’emergenza solo grazie all’Italia. Noi non rinunceremo alla ricollocazione, alla possibilità di salvare vite umane e a credere nella capacità dei Paesi africani di fermare le migrazioni irregolari. Saremo esigenti perché mai come oggi abbiamo uno straordinario bisogno di unione e convergenza non solo per sanare gli squilibri macroeconomici ma per salvare il progetto Europa.